Solar cooling: cos’è e come funziona

z765675bIl cosiddetto “solar cooling”, o raffrescamento solare, è sostanzialmente l’abbinamento dei pannelli solari termici con una macchina frigorifera per produrre acqua fredda refrigerata o aria condizionata, che può essere utilizzata sia per raffrescare edifici sia per applicazioni in ambiente industriale.

Il solar cooling rappresenta quindi un’eccellente alternativa alla refrigerazione tradizionale d’acqua che consuma enormi quantità di energia elettrica, dato che un impianto di solar cooling consuma poco energia di fonte diversa dal solare che la Natura ci mette a disposizione gratis.

Con la semplice energia fornita dal calore solare si possono facilmente produrre finanche megawatt di freddo sfruttando impianti solari termici che prevedono accumuli termici d’acqua calda riscaldata da collettori solari di ultima generazione, a tubi sottovuoto.

Le macchine utilizzate per refrigerare l’acqua o per raffreddare l’aria possono funzionare per tutto l’anno grazie al calore solare e sfruttano tecnologie moderne per creare un ciclo frigorifero chiuso, grazie all’impiego ad es. di sali igroscopici quali bromuro di litio o cloruro di litio.

Benché tale utilizzo dell’energia solare consista in un assemblaggio di componenti ampiamente note e diffuse nel sistema industriale, la commercializzazione è ancora insoddisfacente rispetto alle potenzialità.

Ci si augura pertanto che tali sviluppi siano aiutati dagli incentivi del Conto Termico (DM 16/2/2016) per l’installazione di “collettori solari termici, anche abbinati a sistemi di solar cooling”, cui possono accedere oltre ai soggetti privati anche le amministrazioni pubbliche.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *