Riscaldamento acqua: fotovoltaico o solare termico?

z879356Un impianto di riscaldamento domestico lo si può fare sia con il solare termico che con il fotovoltaico. Per molto tempo, si è pensato che il vantaggio di efficienza relativa della tecnologia solare termica per il riscaldamento dell’acqua per usi sanitari superasse abbondantemente la comodità di riscaldamento dell’acqua elettrico effettuabile grazie a un impianto fotovoltaico.

Gli impianti solari termici sono meravigliosamente efficienti, e alcuni sistemi funzionano bene per decenni, ma anche questi hanno bisogno di ispezioni regolari. Quando un sistema solare termico non funziona, tuttavia, finisce per distruggersi – l’acqua si espande notevolmente quando gela, e può causare danni ai tubi quando bolle – ed è chiaro da tempo che il riscaldamento solare dell’acqua non è la via del futuro tranne che l’utilizzo del calore di fascia bassa, come riscaldare le piscine.

La capacità del solare termico di raccogliere più energia per metro quadrato significa che un sistema fotovoltaico che alimenta un boiler elettrico convenzionale da solo non potrà mai competere con un impianto solare termico. Recentemente, tuttavia, la riduzione dei costi dei pannelli fotovoltaici e la maturazione della tecnologia a pompa di calore aria-acqua hanno fornito un nuovo modello: riscaldamento dell’acqua con pompa di calore elettrico assistito dal solare.

Un buon impianto di riscaldamento combina pannelli solari per il pre-riscaldo dell’acqua e un sistema elettrico di riscaldamento dell’acqua a pompa di calore per l’integrazione.  Il prezzo medio per un tale sistema, progettato per una famiglia di quattro persone e completo di pannelli fotovoltaici in gradi di fornire una potenza nominale di 3 kW, è tra gli 8.000 ed i 10.000 euro senza incentivi, ma è possibile risparmiare non poco con le detrazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie.

A causa dei capricci del tempo e dell’impossibilità pratica di accumulare grandi volumi di acqua calda, nessun sistema solare termico offre il 100% di affidabilità di fornire un contributo del 100% al riscaldamento dell’acqua. I sistemi solari termici più apprezzati oggi sul mercato offrono un contributo del 90%. L’uso del fotovoltaico connesso in rete come ulteriore fonte solare per il riscaldamento dell’acqua tramite pompa di calore permette di raggiungere un contributo solare del 100%

Anche se il riscaldamento dell’acqua con la pompa di calore aggiunge un carico alla rete quando viene utilizzato per sostituire un apparecchio a gas o propano, il fotovoltaico fornisce energia elettrica alla rete durante le ore diurne di punta, dove è più probabile che sia necessario da parte della comunità. La maggior parte delle famiglie, invece, utilizzato l’acqua calda nelle prime ore del mattino e alla sera, quando c’è meno a livello domanda di energia elettrica a livello nazionale.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *